Contenuto principale

Didattica

 

didattica

 

PROGRAMMAZIONE

Il processo insegnamento/apprendimento è un processo intenzionale e pertanto va progettato.

Un primo livello è costituito dall’elaborazione del Piano dell’Offerta Formativa.

Un secondo livello, quello della programmazione annuale, delinea il quadro di obiettivi generali e formativi articolati per attività  e discipline e seleziona i nuclei fondanti delle unità  di apprendimento.

Un terzo livello, quello della programmazione periodica, assicura al percorso educativo - didattico  la possibilità  di modellarsi “in itinere”.

La modalità  programmatoria è impostata prevalentemente sull’utilizzo di mappe concettuali e nuclei tematici per valorizzare l’aspetto procedurale del “fare” e del “saper fare” piuttosto che l’acquisizione di conoscenze statiche e di contenuti.

La programmazione didattica, annuale e periodica, viene elaborata:

  •  nella Scuola dell’Infanzia, dagli insegnanti di ogni plesso;

  • nella Scuola Primaria, dagli insegnanti di classi parallele e dai gruppi di insegnamento;

  • nella Scuola Secondaria di I grado, dagli insegnanti di ciascun consiglio di classe

Le equipe pedagogiche, nel mese di settembre, dopo un’attenta analisi della situazione iniziale degli alunni, progettano le unità  d’apprendimento.

 

 

FLESSIBILITA’ ORARIO INSEGNAMENTO

Al fine di ottimizzare i tempi di insegnamento/ apprendimento e le risorse disponibili, i docenti attuano particolari forme di flessibilità  oraria quando è necessario:

  • per far fronte ad esigenze didattiche ed organizzative (i viaggi di istruzione, le manifestazioni di plesso, la partecipazione ad iniziative esterne …);

  • sostituire i colleghi assenti fino a 5gg.

Inoltre, alcune attività  formative prevedono un’intensificazione oraria di insegnamento in una parte dell’anno. Tale impostazione modifica la tradizionale distribuzione oraria delle discipline.

Ai docenti impegnati nella flessibilità  didattica ed organizzativa è attribuito un compenso forfettario, sulla base dei criteri stabiliti in contrattazione di Istituto.

Finalità